Pietro Ballerini Puviani

Pietro Ballerini Puviani

POP STAR

Peter Earl è un giovane talentuoso, segnato da alcune vicessitudini familiari, che raggiunge l’agognato successo come musicista pop, anche grazie all’aiuto di una affascinante pigmalione, una donna molto più anziana di lui. Un amore limpido e pulito irrompe propotentemente nella nuova fantastica esistenza della giovane pop star e tutto, veramente tutto, sembra procedere per il meglio. Questo è, invece, l’inizio di una vorticosa cavalcata in un universo – quello degli idoli della musica giovanile e del glamour – pieno di luci ma spesso ingannevole e nel quale non tutto è così bello come può apparire dall’esterno. Ed infatti, il protagonista – vittima degli eventi, di alcune delusioni, ma soprattutto di se stesso – precipiterà nell’inferno della depressione, della droga e della solitudine paranoica cui è condannato chi diventa troppo famoso, arrivando ad un passo dall’autodistruzione; dando apparentemente ragione a chi sostiene che nella musica pop e rock si celerebbe niente meno che il demonio in persona… Ma saranno proprio alcuni eventi particolarmente dolorosi a rendere Peter Earl più forte, strappandolo ad una fine già annunciata ed aiutandolo a risorgere ed a realizzare – infine – quello che scoprirà essere il vero obiettivo della sua esistenza. La trama è arricchita ed accompagnata dalle note di brani che hanno segnato la storia della musica pop e rock, e da citazioni di elementi “tecnici” (esibizioni live e relative strumentazioni) propri di un mondo che l’Autore – a sua volta musicista – conosce bene.

Leggi un capitolo cliccando su: Pop Star

POP STAR is a novel about a talented young man, Peter Earl, scarred by some familiar events, who reaches his much hoped success as a pop musician, thanks to the aid of a fascinating woman, much older than he. Moreover, a pure love arrives overbearingly in his new fantastic life and everything seems to get very well. This is on the contrary the beginning of his going into an universe – that of idols of young music and glamour – full of lights, but very often illusory, where everything is not so beautiful as it can appear. And in fact the protagonist – victim of the events, some disappointments, but mainly of himself – precipitates into the hell of depression, drugs, paranoid solitude, to which those who become too famous are destined, coming nearly to the self destruction and giving apparently proof to those who maintain that pop and rock music celebrates the devil in person. But some particularly sad happenings will strengthen Peter Earl, snatching him from an end already announced and helping him to rise again and realize all that he will discover it’s the real goal of his life.

No Comments »

//
Pietro Ballerini Puviani
27 novembre 2006

I commenti non sono possibili.